Sito web responsive l’importanza del mobile al giorno d’oggi

In Italia, e lo stesso dicasi in tanti altri Paesi del mondo, la navigazione su Internet avviene utilizzando sempre più spesso i dispositivi mobili. Di conseguenza quando si progetta un sito è chiaro che è fondamentale realizzarlo in modo tale che la navigazione, oltre che con il PC desktop ed notebook, sia agevole anche attraverso l’uso di smartphone e tablet. L’importanza del mobile al giorno d’oggi al giorno d’oggi per la navigazione in Rete è tale che il sito, come si dice in gergo, deve essere web responsive, ovverosia tale che i contenuti presenti possano essere visualizzati correttamente indipendentemente da quella che è non solo la risoluzione, ma anche l’orientamento e la dimensione dello schermo con il quale l’utente sta navigando.

Per capire meglio il concetto è forse più semplice comprendere quando un sito web è non responsive e cosa succede in questi casi. Nel dettaglio, un sito web non responsive è accessibile con qualsiasi device ma per molti utenti, ed in particolare per coloro che utilizzano proprio il display di un dispositivo mobile per navigare, sarà spesso necessario zoomare e/o scrollare orizzontalmente le pagine al fine di poter leggere i contenuti presenti. In altre parole, con un sito non responsive la consultazione con i dispositivi mobili è difficoltosa e l’utente con uno smartphone o un tablet, di conseguenza, se la darà a gambe levate abbandonando la navigazione.

Nel rendere un sito web responsive, in particolare, la tecnica di web design viene definita con la sigla RWD che sta per Responsive Web Design, e con cui si identifica quella tecnica di progettazione dei siti web che sono in grado di adattarsi graficamente, in modo automatico, al dispositivo con cui viene visualizzato, dal PC con diverse risoluzioni allo smartphone e passando per il tablet ed anche per altri device di accesso come la web Tv.

In questo modo, chi accede ad un sito web responsive può avvantaggiarsi del fatto che di norma è ridotta al minimo, per visualizzare correttamente i contenuti, la necessità di zoomare e/o di scrollare. In altre parole, un sito che è web responsive rispetta uno dei criteri di accessibilità dopo averlo progettato adottando diverse tipologie di impaginazioni grafiche, proprio in funzione del tipo di dispositivo di accesso, dalla modalità ‘mobile’ per i cellulari alla ‘narrow’ per i tablet e passando per la ‘normal’, implementata per i portatili e per i PC desktop, e la ‘wide’ per l’accesso al sito Internet da parte di device con schermi di grandi dimensioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *