Com’è nato il memory foam e perché è così importante

I memory foam sono dei materassi che molti definiscono innovativi, ma che in realtà sono esistenti sin dagli anni ’60, benché inizialmente non fossero acquistabili nei comuni negozi.
Il materasso memory, infatti, è nato in seguito ad alcuni progetti della NASA, che aveva intenzione di offrire il miglior riposo possibile ai suoi astronauti. Il problema, per chi si trova nello spazio, è il fatto che la gravità non ha la stessa forza che ha sulla Terra, di conseguenza il peso è minore. Per questo motivo, i materassi classici con le molle non erano particolarmente adatti a favorire il riposo notturno, in quanto il loro funzionamento si basa proprio sul peso corporeo.

Il materasso in memory foam presenta invece un’importante differenza: esso modifica la sua forma in base sia al peso che al calore corporeo, assumendo la forma perfetta della spina dorsale e deformandosi in maniera diversa nei vari punti. Per questo motivo, il materasso memory era particolarmente adatto per il riposo degli astronauti in orbita.

Dal punto di vista chimico, il materasso memory foam è composto da poliuretano, il quale differisce da quello espanso per la densità, che viene aumentata. Il termine “memory” deriva dal fatto che il materasso è in grado di “memorizzare” la forma del corpo (dopo che questo si allontana) per pochi secondi prima di tornare alla sua forma originaria. Questa proprietà spiega due delle più importanti qualità di questi materassi; la prima è che essi non si deformano definitivamente nel tempo, ma possono essere utilizzati per molti anni senza che il corpo risenta dell’usura del supporto, mentre la seconda è che durante il riposo notturno, il materasso si adatta continuamente alla posizione del corpo. Oltretutto favorisce la circolazione sanguigna in quanto evita la formazione di punti di pressione dannosi, e quelli di ultima generazione sono progettati per favorire la circolazione dell’aria, in modo da evitare un accumulo di calore (comune nei modelli meno recenti). Si tratta infine di un materiale ipoallergenico, antiacaro e molto stabile nel tempo.